permessi capannoni mobili

Prima di procedere con la ricerca dei capannoni mobili più adatti per la tua attività, è importante capire quali sono le normative e i permessi richiesti per l’installazione.

I capannoni telonati sono chiamati anche capannoni mobili senza concessione edilizia. Sono una delle alternative migliori perché sono economici, veloci da realizzare e si portano dietro una ridotta burocrazia per il loro completamento.

Forniamo però un prospetto completo e facciamo chiarezza sui permessi necessari per fornire ad un’azienda una copertura in pvc.

Pratiche e autorizzazioni per i capannoni senza concessione edilizia

In genere i permessi per realizzare capannoni e tunnel mobili sono decisamente limitati rispetto alle costruzioni in muratura: questo permette di realizzare delle strutture in tempi brevi.

Il TU Edilizia include questa pratica tra le attività di edilizia libera, ossia non vi è bisogno di un permesso per costruire se questa stessa costruzione viene smontata entro 90 giorni.

normativa permessi capannoni

S.C.I.A per l’installazione dei capannoni mobili

Con S.C.I.A si intende la Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Attraverso la S.C.I.A si hanno effetti immediati e si dà la possibilità alle imprese di avviare o modificare la costruzione dei propri capannoni mobili.

Si tratta di una dichiarazione dell’imprenditore che si sostituisce ad autorizzazioni e licenze varie e auto-dichiara l’inizio delle attività lavorative per la realizzazione della copertura.

Quest’ultima, per qualche motivo, potrebbe risultare insufficiente o irregolare: in questi casi l’amministrazione territoriale invia una dichiarazione entro 60 giorni dalla presentazione della S.C.I.A. ed esprime la necessità di ulteriore documentazione o precisazioni in merito ai lavori.

L’amministrazione non necessariamente bloccherà i lavori, ma nella maggior parte dei casi sarà necessario presentare altri permessi, uno dei quali è la D.I.A.

Denuncia di Inizio Attività per l’installazione di capannoni mobili

La D.I.A. è la Denuncia di Inizio Attività edilizia e va presentata allo sportello unico per l’edilizia del proprio comune nel caso la S.C.I.A. non dovesse essere sufficiente.

La normativa sui capannoni mobili per quanto riguarda la presentazione della D.I.A. prevede un attesa di 30 giorni per l’autorizzazione di inizio lavori.

Questo permesso per la costruzione di una capannone senza concessione edilizia è necessario solo se vi sono vincoli paesaggistici o se le dimensioni e/o la forma vengono modificati in maniera significativa.

IMU per le coperture telonate in pvc

I proprietari dei capannoni mobili in pvc sono tenuti al pagamento dell’IMU in quanto queste specifiche strutture rientrano nelle categorie C e D (usi commerciali e di deposito).

Per il calcolo dell’IMU sui tunnel e le coperture in pvc è richiesta la rendita catastale al quale:

  • si somma il coefficiente di rivalutazione del 5%;
  • si moltiplica il coefficiente di rivalutazione;
  • si somma l’aliquota IMU del comune di residenza.

Consulenza, preventivi e prezzi per capannoni mobili in Abruzzo, Marche e Molise

Da più di 30 anni siamo specializzati nella progettazione, produzione e vendita di capannoni mobili.

Per qualsiasi necessità, per una consulenza gratuita o un preventivo dettagliato per la progettazione e installazione di tunnel e tensostrutture mobili in Abruzzo, Marche e Molise potete contattarci compilando direttamente il form sottostante.

Il nostro staff vi risponderà in 24 ore per trovare insieme la soluzione migliore per le vostre esigenze!

Nome e Cognome*

Azienda*

Città*

Provincia*

Email*

Telefono*

Il tuo messaggio

Dichiaro di avere preso visione e accettato la normativa sulla privacy Block Sistem per il trattamento dei dati inseriti su questo modulo.